Home > Giustizia femminista, Padri separati > Pillole: Abbandonando la societá 2

Pillole: Abbandonando la societá 2


Mi dispiace sinceramente di non avere tempo per tradurre questo interessante articolo ma, chi oggigiorno non sa l’Inglese a sufficienza per leggerlo e comprenderlo? Il problema é l’estensione del esposto ed il tempo che ci vuole per digerirlo: un quarto d’ora per gli esperti e mezz’ora (con un po di dizionario) per quelli che “masticano” un po’ meno bene la lingua di Shakespeare. Però: ne vale veramente la pena.

The Sexodus, Part 2: Dishonest Feminist Panics Leave Male Sexuality In Crisis

wsfjpg-640x426I membri delle comunita LGBT, lesbiche, omosessuali, travestiti, femministe e emo non se la prendano con me. L’articolo non l’ho scritto io anche se lo condivido. Io stesso sono una loro vittima da molto tempo. La vedo un po come le questioni razziali. Gli omosessuali gridano quotidianamente la loro rabbia per la presunta discriminazione ma sono loro stessi i discriminatori più ottusi e perseveranti. L’ho visto in Africa negli anni ’80. In Europa i bianchi si vestivano di cilicio e si auto-flagellavano per le presunte colpe razziste dal colonialismo senza voler vedere che i commercianti di schiavi erano esclusivamente neri e arabi e che i neri sono in realtà molto più razzisti di qualsiasi bianco. Il razzismo dei neri contro altri neri, al quale ho assistito in Camerun, mi aveva aperto gli occhi in senso generale: mai credere ai giornalisti e presunti scienziati che abbaiano nel nome delle varie ONG di protezione, che in realtà proteggono solo il loro budget di raccolta fondi. Quando l’ho detto a mia figlia ormai 22-enne, mi aveva risposto che io naturalmente non posso capire i poveri Africani nel loro caldo ambiente. In quel ambiente io ci ho vissuto e ci vivo e vedo, che i bianchi e gli indiani hanno costruito  in Africa dai tempi del colonialismo, più progresso e benessere che tutti i neri e arabi insieme nei precedenti 10’000 anni. Dal Sud-Africa viene oggi la notizia dei violenti movimenti xenofobi dei neri. Persino la partigiana CNN ne ha parlato proprio ora. Quindi: chi é intollerante e razzista: noi, comuni eterosessuali o quelli che distruggono mezza città nei civili Stati Uniti, solo poiché  una pizzeria ha rifiutato di ospitare un matrimonio gay? Voglio dire NO! al razzismo del pretore Pedrotti, della Poliziotta Gulfi e a tutti ex e nuovi Granconsiglieri che guardano dall’altra parte quando non tifano apertamente per la distruzione della famiglia e dei valori culturali Europei. E voi?

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: